Cure palliative: cosa sono e come possono aiutare i pazienti in fase terminale e i loro caregiver.

Si tratta di cure, farmacologiche e di sostegno psicologico, studiate per alleviare il dolore di chi attraversa una fase delicata e difficile.

 “L’obiettivo delle cure palliative è quello di ottenere la migliore qualità della vita per il paziente e per i suoi familiari”, sancisce l’OMS ricordando che tali cure intendono offrire “un sistema di supporto che aiuta il paziente a vivere il più attivamente possibile fino alla morte e un aiuto alla famiglia per adeguarsi alla malattia del paziente e per elaborare il lutto”.

Sono diversi i metodi e le discipline coinvolte a vario titolo in questo ambito. Tra i modelli di riferimento troviamo quello a cinque fasi della psichiatra Elizabeth Kubler Ross, che permette di individuare e affrontare gli stati emotivi che il malato e i suoi cari solitamente attraversano.

Le cinque fasi, che non seguono un ordine preciso e possono ripresentarsi nel corso della malattia, sono:

  • della negazione o rifiuto,
  • della rabbia,
  • del patteggiamento,
  • della depressione,
  • dell’accettazione.

Per approfondire: www.stateofmind.it/2021/03/cure-palliative-psicologia/